Come scegliere il parquet per la casa

0
parquet

Il parquet non può essere considerato soltanto un rivestimento per i pavimenti. Ormai è un elemento vitale che fa parte dell’interior design e riflette il nostro vivere contemporaneo. Questo è stato possibile grazie alla capacità del parquet di rendere unica l’atmosfera abitativa all’interno di un ambiente domestico. Infatti il parquet riesce a creare un’atmosfera molto accogliente e calda. Tutto merito anche del materiale di cui il parquet è composto. Infatti non dobbiamo dimenticare che il legno è un materiale flessibile, di grande resistenza e può fungere da un tipico isolante sia termico che acustico. Ecco perché molti, quando devono ristrutturare casa, scelgono proprio il parquet per i pavimenti.

Consigli per scegliere il parquet

Per scegliere il parquet devi sempre affidarti a degli specialisti, in modo da poter calcolare, anche grazie ai consigli di Preventivone.it, la spesa che ti ritroverai a sostenere. Infatti i costi possono essere variabili in base alla scelta che decidi di effettuare.

L’offerta è molto ampia, perché hai a disposizione colori e finiture molto differenti. Ciascuno può scegliere il parquet più adatto al proprio ambiente domestico, tenendo conto anche del tipo di arredamento.

Negli ambienti poco luminosi sarebbe preferibile adottare colorazioni più chiare. La scelta del parquet può variare anche in base al fatto che tu abbia deciso o meno di adottare un riscaldamento a pavimento. Inoltre tieni presente che ci sono delle varianti che si adattano anche ad essere utilizzate nel bagno e nella cucina.

Non tenere conto soltanto dei fattori estetici, ma anche di quelli ambientali e considera che il legno ha una particolare morfologia, visto che si adatta alle particolari condizioni climatiche e può rendere effetti diversi in base all’illuminazione della stanza. Tieni conto, infine, del tipo di trattamento che ha subito il legno, in modo che ti possa assicurare una certa durata nel tempo.

Il parquet prefinito e il parquet in legno massello

Fra le varie tipologie di parquet che puoi scegliere, puoi trovare anche il parquet prefinito e il parquet in legno massello. Il primo è costituito da liste di legno di qualsiasi formato che già sono levigate e verniciate.

Può avere anche dei costi inferiori rispetto al tradizionale parquet e poi ha il vantaggio che è molto facile da installare. I tempi per la messa in posa sono davvero brevi. Alcuni lo ritengono poco affidabile, eppure il parquet prefinito si adatta all’assestamento del pavimento e garantisce una certa stabilità.

Di solito questo tipo di parquet è composto da due o tre strati. Quelli sottostanti sono realizzati in legno povero, come betulla, abete o pioppo, e lo stato sovrastante è invece realizzato in legno più pregiato.

Il parquet in legno massello è invece generalmente fornito grezzo, quindi dopo la messa in posa devi provvedere alla levigatura e alla lucidatura. Per quanto riguarda la composizione, devi tenere conto che il parquet di questo tipo è costituito da strati di legno molto pregiato, con spessori che possono variare da 12 a 22 millimetri.

Sicuramente devi tenere conto del fatto che i tempi per la posa sono maggiori rispetto a quelli richiesti da un parquet prefinito. Considera infatti la fase della levigatura e quella della verniciatura: bisogna aspettare almeno 40 giorni prima che il pavimento possa essere utilizzato.

È chiaro però che un parquet di questo tipo garantisce una certa qualità e quindi una certa durata e resistenza nel corso del tempo. Richiede una certa manutenzione negli anni e in media dovresti procedere con una nuova levigatura ogni 10 anni, in maniera che siano cancellate le tracce di usura.

Seguendo i consigli degli esperti, saprai sicuramente scegliere la soluzione che possa fare meglio al caso tuo.