lorenza pigozzi

Al giorno d’oggi, comunicare con i propri clienti è diventato un fattore di importanza fondamentale. Chiunque infatti, prova ad espandere il proprio mercato attraverso strumenti tecnologici e digitali come social e piattaforme web. Quest’ultimi mezzi appena citati riescono a connettere clienti con l’azienda principale.

Attraverso statistiche e grafici poi, è possibile riuscire a comprendere anche l’andamento generale del proprio pubblico potenziale, riuscendo quindi a comprendere le preferenze ed i modi di fare di quest’ultimo.

Qualcuno potrebbe pensare che la comunicazione non è un elemento chiave per istituzioni finanziarie come banca oppure simili. Eppure, l’esempio di Lorenza Pigozzi, dimostra esattamente il contrario. Occorre analizzare dunque la figura della Pigozzi ed il ruolo fondamentale che ha svolto nel caso della comunicazione.

Lorenza Pigozzi: chi è?

Per molti, il nome di tale personaggio risulterà quasi un enigma. In effetti, la Pigozzi non è un personaggio mediatico, ma comprendere il suo metodo di lavoro può riuscire a far comprendere numerosi aspetti inerenti al mondo nel quale vive la società odierna ed alle conseguenti strategie di mercato da applicare.

Si può affermare sotto diversi punti di vista che, almeno su territorio italiano, la Pigozzi sia stata una vera e propria pioniera. Gli viene infatti affidato l’incarico di occuparsi del reparto comunicazione di Mediobanca, un’importantissima istituzione finanziaria con sede a Milano e conosciuta a livello internazionale. Tale incarico le viene assegnato quando correva l’anno 2003.

Una sfida impossibile se la si analizza da diversi punti di vista. In primo luogo, Lorenza Pigozzi non era un’esperta di comunicazione. In MedioBanca lei ci era entrata nel 2001, dopo aver ottenuto si ottimi risultati, ma in ambito puramente finanziario. Oltre a ciò, la comunicazione era un soggetto astratto per una banca.

Al giorno d’oggi, nonostante tutti i mezzi che si hanno a disposizione, l’ambito finanziario rientra tra quelli più difficili per connettersi con il cliente e farlo a sentire a proprio agio. A ciò occorre aggiungere che bisogna immaginare la situazione di circa 16 anni fa; internet c’era ma non era assolutamente simile a ciò che si utilizza con facilità disarmante nei tempi odierni.

Infine, occorre aggiungere che MedioBanca all’epoca veniva vista con indifferenza dalla massa. Difatti, giornali e media dipingevano l’istituzione finanziaria come un gigante freddo e distaccato. La Pigozzi comunque, non si fascia la testa prima del tempo ed accoglie questa sfida insormontabile.

Nasce un nuovo metodo di comunicazione

Come in ogni rivoluzione che si rispetti, anche in questo caso ci fu un piano ben stabilito per dare una svolta alla comunicazione di MedioBanca. La Pigozzi infatti, partendo da zero, ebbe carta bianca per costruire ciò che voleva far conoscere ai propri clienti a proposito di MedioBianca.

La neo manager della comunicazione partì dalle radici della compagnia, riuscendo a tracciare una sorta di profilo storico di MedioBanca. Creò quello che si può definire un album dei ricordi. In questo modo, diede un primo segnale al grande pubblico: MedioBanca non era solo un’istituzione finanziaria fredda e lontana dai propri clienti, ma rappresentava una vera e propria famiglia, una società che voleva il meglio per coloro che facevano affidamento su di essa.

Lorenza Pigozzi, operando una sorta di rivisitazione delle origini della banca comunque, mantenne alcuni elementi fondamentali di quest’ultima, anzi, mise in primo piano elementi e qualità come talento, impegno e decisioni giuste operate nel corso del tempo.

Un’altra intuizione geniale, l’addetta principale a tutte le comunicazione MedioBanca la ebbe nell’anno 2004. A quel tempo, sotto la guida del Capo Azienda Albergo Nagel, la società decide di virare verso l’estero e concentrarsi più su altri paesi piuttosto che in Italia.

La Pigozzi adempie con pieno merito il suo compito, riuscendo a curare contemporaneamente le comunicazioni da effettuare sia su territorio italiano sia su quello estero. A poco a poco, grazie anche all’attento lavoro del manager, MedioBianca riesce ad aprire uffici e filiali in altre nazioni. È l’inizio di un percorso vincente che da allora andrà solo a migliorare.

La consacrazione grazie all’apertura di CheBanca!

Il 2008 sarà forse quello che è possibile definire come il migliore anno lavorativo per Lorenza Pigozzi. Durante quell’anno infatti, nasce CheBanca!, un brand che tende a cambiare totalmente l’immagine del gruppo MedioBanca.

Difatti, CheBanca! offre un logo semplice ma affascinante, con colori vivaci. La comunicazioni con i clienti risulta essere snella, rapida ed avvincente. Oltre a ciò, CheBanca! sembra rivolgersi in particolar modo ai giovani, mettendo a loro disposizione numerosi vantaggi e la possibilità di controllare il proprio conto attraverso internet.

La nascita di CheBanca! segna a tutti gli effetti il passaggio definitivo dall’ormai obsoleta comunicazione analogica ad una moderna e fresca comunicazione digitale. Lo stile di fondo però, rimane sempre quello che ha contraddistinto MedioBanca. In questo modo, i clienti trovano serietà, sicurezza ed affidabilità, oltre al sentirsi a proprio agio parlando con consulenti ed esperti in materie economiche.

2013: un nuovo incarico aziendale per la Pigozzi

Il 2013 sarà stato sicuramente un altro anno da ricordare per la Pigozzi. Con il costante sviluppo della società MedioBanca e la diversificazione del Core Business, a Lorenza Pigozzi è stata affidato un nuovo ruolo: Direzione della comunicazione di gruppo.

Grazie a questo nuovo incarico, la Pigozzi gestisce intere aree inerenti alla comunicazione dell’istituto finanziario come ad esempio social media, pianificazione media ed Advertising. Tale risultato è stato di enorme soddisfazione per la Pigozzi che è riuscita ad espandere la propria linea di comunicazione in praticamente qualsiasi modo.

Partendo dal nulla, è riuscita a prendere le redini di un progetto rivoluzionario, donando una nuova immagine per MedioBanca che ha fruttato milioni di introiti e una reputazione eccellente ed innovativa per il settore finanziario. Tant’è vero che nel 2016 MedioBanca è riuscita a diventare partner del Comitato italiano Paralimpico, sancendo una partnership storica.

Qual è la vita privata di Lorenza Pigozzi?

In tutto questo qualcuno potrebbe pensare che la Pigozzi si sia dedicata interamente al lavoro. Ciò non è affatto vero. Nel corso del tempo, Lorenza Pigozzi è riuscita a formare una propria identità privata e sociale.

Anche in questo però, Lorenza Pigozzi è riuscita a dimostrare le tipiche qualità di MedioBanca come riservatezza, semplicità ma anche serietà. Lorenza trascorre weekend in campagna, rilassandosi dallo stress lavorativo e dagli impegni come manager della comunicazione di una grande azienda.

In ultima analisi, Lorenza Pigozzi è un grande esempio da imitare sotto ogni aspetto, dal momento che rappresenta un esempio lampante di come grazie alla forza di volontà, alla voglia di fare ed alla creatività è possibile riuscire a fare di tutto, ottenendo successo e prestigio, oltre a numerose soddisfazioni personali.