postepay evolution

Caratterizzata da principi di efficienza, sicurezza, funzionalità e dai bassi costi di tenuta, la carta postepay evolution è sempre più utilizzata dai consumatori italiani. Una carta prepagata indicata anche per alcuni importanti servizi bancari quali l’accredito dello stipendio, la domiciliazione delle utenze e i bonifici. Facile e veloce la procedura per richiederla e per cominciare così a fruire dei sevizi previsti dalle clausole contrattuali. Per richiedere la carta, infatti, è sufficiente recarsi direttamente presso uno degli sportelli degli uffici postali più vicini. Scopriamo allora nei paragrafi seguenti le caratteristiche principali e il funzionamento della Carta Postepay Evolution: come recuperare l’IBAN, le modalità di ricarica, i limiti previsti per i prelievi, cosa fare in caso di smarrimento o furto della carta e i costi.

Carta Postepay Evolution: IBAN

Per l’accredito dello stipendio mensile, la domiciliazione delle utenze e per i bonifici bisogna conoscere il proprio IBAN e comunicarlo agli enti interessati. Per farlo è necessario andare di persona presso gli sportelli dell’ufficio postale più vicino alla propria residenza, consultare l’area del sito ufficiale di postepay.it oppure attraverso l’app Postepay.

Carta Postepay Evolution: modalità di ricarica e sconti previsti

E’ possibile in qualunque momento ricaricare la carta e disporre immediatamente del denaro. Le diverse modalità per effettuare la ricarica della Carta Postepay Evolution sono le seguenti:

-presso gli sportelli ATM;

-online su poste.it;

-online su postepay.it;

– da app Postepay.

Inoltre, direttamente dallo smartphone, in ogni istante, è possibile controllare tutti i movimenti effettuati e il saldo disponibile. Con l’uso dell’app Postepay diventa tutto più funzionale e facile, è sufficiente inquadrare il codice per autorizzare la richiesta di pagamento dei bollettini, anche di quelli diretti alla PA, per comprare i biglietti del trasporto e per effettuare il rifornimento di carburante. Tra le altre cose, l’utilizzo della Carta Postepay Evolution comporta per il consumatore una serie di sconti in virtù di una convenzione di Poste Italiane. Per conoscere la lista dettagliata degli esercenti commerciali convenzionati con Poste Italiane occorre consultare l’APP oppure scontibancoposta.it.

Carta Postepay Evolution: limiti previsti

Come ogni carta prepagata, anche la Postepay Evolution prevede delle condizioni di utilizzo ben precise. Innanzitutto è possibile prelevare da ATM Postamat fino a un massimo di 600 euro al giorno, mentre il limite mensile previsto è di 2.500 euro. Per quanto riguarda i limiti di pagamento sono stati fissati a 3.500 al giorno e a 10mila euro al mese, su POS di esercenti. Si tratta di limiti compatibili ovviamente con le risorse economiche disponibili sulla Carta Postepay Evolution. A partire dall’inizio del mese di aprile 2018 per combattere i fenomeni di riciclaggio e terrorismo non è più permesso il prelievo in alcuni Paesi stranieri. Per conoscere l’elenco dei Paesi dove non è possibile prelevare basta recarsi presso l’ufficio postale più vicino.

Carta Postepay Evolution: cosa fare in caso di smarrimento o furto della carta

Per bloccare il funzionamento della Carta Postepay Evolution, in tutti quei casi di smarrimento o furto, è sufficiente chiamare il n. 800.00.33.22 da utilizzare dal territorio nazionale e il n. + 39.02.82.44.33.33 dall’estero. Una procedura necessaria per evitare i rischi di uso improprio della carta da parte di altre persone.

Carta Postepay Evolution: costi

Naturalmente al fine di utilizzare la Carta Postepay Evlution ci sono dei costi da sostenere, a partire dalle spese di emissione pari a euro 5,00 a cui aggiungere una ricarica della carta di almeno 15,00 euro. Un altro costo fisso per la tenuta della carta è il canone annuale pari a 12,00 euro. Poi ci sono le spese legate alle commissioni da pagare in base all’operazione da effettuare e ai prelevamenti da fare:

– per i bonifici in addebito effettuati da postepay.it o da app euro 1,00;

– per i bonifici in addebito effettuati dagli uffici postali euro 3,50;

– per postagiro effettuato da app, postepay.it e dagli uffici postali euro 0,50;

– prelievi da uffici postali euro 1,00;

– prelievi in Italia e in Paesi Euro da ATM bancari abilitati euro 2,00;

-prelievi in Paesi non Euro da ATM bancari abilitati euro 5,00.

Per i prelievi da ATM Postamat non è prevista alcuna commissione e quindi tali operazioni sono completamente gratuite.